D: Parliamo dell’autrice; chi è Federica Zanca?

R: Sono Federica Zanca Dottoressa in Pedagogia e Naturopata Psicosomatico.
Vincitrice di concorsi per la scuola statale dell’infanzia, primaria e secondaria, dopo 25 anni di servizio continuativo nella scuola primaria lascio tutto per inseguire il mio sogno: lavorare con la libera professione e fare la Naturopata. Diplomata all’Istituto Riza di Morelli e specializzata in terapie olistiche di medicina naturale quali il craniosacrale, la riflessologia plantare, la digitopressione dinamica, il thetahealing, hot stone, cristalloterapia, linfodrenaggio, metamorfica e in percorsi di riequilibrio alimentare, lavoro nel mio studio di Bovolone. Collaboro inoltre con altri centri in Italia e tengo serate informative e formative su salute e benessere.

D: Il tuo nuovo libro, L’arte del tocco, è stato recentemente pubblicato dalla Casa Editrice Argentodorato, raccontaci un po’ di questo lavoro.

R: L’arte del tocco è il titolo del mio libro che uscirà a breve.
Lavorando con la tecnica olistica di craniosacrale, specializzazione che è nelle mie corde, si va a  lavorare sul riequilibrio posturale ed emozionale. Essendo amante dello scrivere, ho pensato di dedicarmi alla stesura di tale manoscritto per far conoscere i benefici a 360 gradi di tale terapia olisitica di medicina naturale e di divulgare la mia personale esperienza a riguardo, soprattutto a coloro che si occupano del settore benessere.

D: Quali sono secondo te i punti forti del tuo nuovo libro?

R: I punti forti, sono essenzialmente due: la tecnica craniosacrale e la mia personale esperienza con il responso positivo dei clienti che a me si sono rivolti.
Ogni diturbo fisico ha una sua componente di riferimento emotiva; si lavora quindi sul doppio fronte e i risultati sono positivi.
E’ stupendo lavorare da cuore a cuore; infatti, il titolo non è casuale. Occorre empatia, rispetto profondo e tanto amore da parte mia come di qualunque operatore per raggiungere il meglio in termini di salute ed equilibrio del ricevente.

D: L’arte del tocco ha un messaggio da lanciare al lettore? Un significato particolare da trasmettere?

R: Il messaggio… lavorare con professionalità, serietà, ma è soprattutto mettendoci il cuore è meravilgioso, gratificante e soddisfacente.

D: Hai in cantiere altri lavori? Ci puoi dare una qualche anticipazione?

R: Mi piacerebbe scrivere altri libri riguardanti le tecniche olistiche con le quali opero. In cantiere, per ora, c’è la mia autogiografia. Vengo da un vissuto molto particolare che vorrei far conoscere anche per incoraggiare chi ne ha bisogno, facendo comprendere che si può vincere sempre, occorre non arrendersi, guardare avanti, avere fiducia in se stessi e non rinunciare ai propri sogni.

Grazie Federica Zanca per averci dedicato il tuo tempo.

Lascia un commento