3187_FollieroPer un appassionato di storia medievale ferrarese come me, questo libro non poteva mancare sui miei scaffali.
Appena ho avuto fra le mie mani la mia copia, impegni di lavoro permettendo, me la sono divorata ben due volte.

Odio e amore nella Ferrara medievale, Kidnapping di Marchesella
di Marina Folliero edito da Gangemi Editore

Innanzitutto si tratta di un romanzo,storico per la precisione; siamo nella Ferrara medievale, circa fra la fine del XII secolo e l’inizio del successivo.
Anni terribili, ruggenti, sanguinosi per la nostra storia.
Erano i tempi dei guelfi e dei ghibellini, per chi non ricordasse, i primi parteggiavano per il papa e i secondi per l’impero e diverse famiglie si schierarono da una parte e diverse altre, dall’altra.
Questa situazione, in città creò diversi attriti che sfociarono in veri e propri combattimenti con feriti, morti, case date alle fiamme e rovesci di potere.
In questo romanzo molto ben costruito sia nella storia che nel linguaggio, si narra una vicenda che fu determinante nell’ascesa della futura casata Estense in città: il rapimento di Marchesella degli Adelardi.
Questo fatto del quale rimangono principalmente delle tradizioni orali riportateci dagli storici locali, tratta di una vicenda storica ancora avvolta nel mistero.
Le famiglie dominanti erano quela dei Marchesella-Adelardi e quella dei Torelli-Salinguerra i primi guelfi e i secondi imperiali o ghibellini.
Dopo decenni di scontri, ci racconta l’autrice, l’ultimo degli Adelardi decise di tentare un approccio con il rampollo di casa Torelli per combinare un matrimonio al fine di far cessare gli scontri e di impedire l’accesso al potere cittadino della casata Estense, malvista da tutte e due le potenti stirpi.
Alcuni alleati degli Adelardi però non videro di buon grado quest’alleanza nutrendo rapporti con gli Estensi e organizzarono un rapimento al fine di portare la piccola Marchesella Adelardi in grembo alla famiglia di Este.
AdelardiMQuesto fatto, oltre a far saltare il matrimonio già concordato, creò ulteriore attrito fra i Torelli e gli Estensi che sfociarono poi in una guerra che si protrasse fino alla metà del XII secolo.
Non voglio però rovinarvi il piacere della lettura di questo racconto essendo un vero piacere da gustarsi, lasciandosi guidare dalla narratrice in questa escursione spazio temporale in secoli così lontani.
Essa, ci porta, prendendoci per mano, nelle dimore dei Torelli e degli Adelardi, narrandoci anche i più semplici dettagli costruttivi rendendo così reale questo viaggio immaginario di quasi mille anni fa.
La lettura è veloce, scorrevole e senza intoppi e tiene letteralmente inchiodati alle pagine fino alla fine, quasi difficile staccarsi per fare altre cose.
Assolutamente consigliata la lettura, sia per chi ama la storia ma anche per chi ne è indifferente, proprio per la qualità narrativa.

L’autrice, l’avvocato Marina Folliero, nata a Roma e laureata in Giurisprudenza è iscritta all’Albo degli Avvocati di Roma, città in cui esercita la professione.
Ha ricevuto la medaglia d’oro per aver raggiunto i cinquant’anni di attività forense.

Il libro è acquistabile sia in formato cartaceo che in formato ebook presso tutte le librerie italiane o online presso la Casa Editrice Gangemi Editore QUI

Lascia un commento

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.